carlo smuraglia

La riforma del Senato è un trofeo?

La riforma del Senato è un trofeo? Un commento del presidente dell'Anpi, Carlo Smuraglia, sul dibattito in corso sulla riforma del Senato. La riforma del Senato, per come si sta portando avanti, mi pare sia mossa da un problema di immagine; alle priorità effettive si antepone l’intento di portare a casa al più presto il “trofeo” del Senato “riformato” per esibirlo in Europa a riprova del decisionismo e della autorevolezza governativa. Noi pensiamo che sia giusto aspirare ad una forte credibilità in Europa, ma non a qualunque prezzo. È giunto il momento di stabilire...

Continua a leggere

Smuraglia: “Non bisogna stancarsi di cercare la pace”

Smuraglia: "Non bisogna stancarsi di cercare la pace" La questione della Siria (e di tanti luoghi del mondo in cui si combatte, si uccide, si muore) ci pone problemi ancora più complessi della pur fondamentale richiesta di pace. Possiamo tollerare che in qualsiasi parte del mondo vi siano oppressioni, soggetti privati della libertà o sottoposti a regimi autoritari Possiamo tollerare che le proteste e le opposizioni vengano soffocate nel sangue? Alcune nostre organizzazioni hanno aderito alla veglia per la pace, proposta dal Pontefice. Hanno fatto bene, perché le parole di Papa Francesco...

Continua a leggere

Comunicato Anpi Nazionale sullo sciopero indetto dalla Fiom

“L’art. 18 e la rappresentanza sindacale non si toccano, sono fondamentali presidi di libertà”: un documento del Presidente Nazionale ANPI sullo sciopero del 9 marzo indetto dalla Fiom: L’ANPI è a fianco della Fiom in occasione dello sciopero proclamato per il 9 marzo 2012, condividendone le motivazioni e soprattutto quelle che vanno al di là del contingente sindacale (che è sempre doveroso lasciare alla competenza del Sindacato), ed investono questioni di principio, di fondo dello stesso sistema democratico. In particolare, l’ANPI è fermamente convinta che l’art. 18 dello...

Continua a leggere

Riflessioni di Carlo Smuraglia su Cosentino

Il no della Camera all’arresto di Cosentino è un episodio grave che richiama l’attenzione  sull’attuale modo di fare politica da parte di certi partiti e di certi parlamentari Ancora una volta, una maggioranza parlamentare composita - ma facilmente qualificabile - respinge una richiesta della Magistratura nei confronti di un parlamentare. Un episodio grave e importante di per sé, ma che richiama soprattutto l’attenzione sull’attuale modo di fare politica da parte di certi partiti e di certi parlamentari. In nome della tutela del Parlamento, si finisce per trasformare quella che doveva...

Continua a leggere

Gli Auguri dei Presidente Nazionale Anpi Carlo Smuraglia

Un 2012 “equo” e civile: molto dipende da noi stessi, dalla pratica che sapremo fare della democrazia, dalla cultura della legalità e della libertà che sapremo diffondere e concretamente praticare. Inizia un nuovo anno e dunque, prima di tutto, facciamoci gli auguri, non formali, ma sinceri e affettuosi, come si conviene ad un’Associazione che affonda le sue radici, fra l’altro, nella fratellanza e nella solidarietà. Noi confidiamo che questo nuovo anno possa essere migliore del precedente, non solo perché speriamo che si riesca a passare la “nuttata” come diceva il grande De Filippo,...

Continua a leggere

Lettera al Presidente del Consiglio Monti

Ho trasmesso al Presidente del Consiglio la lettera che qui sotto viene trascritta. Essa esprime non solo l’augurio non rituale ad un Governo di impegno e di svolta ma anche rappresenta la posizione dell’ANPI di fronte ad una situazione politica nuova, carica di attese e di speranze. Non sta a noi entrare nel merito del programma e delle singole scelte ma possiamo e dobbiamo rappresentare le attese di tanti cittadini e in particolare dell’ANPI per una politica che innovi rispetto a un recente passato disastroso e trovi un suo fondamento nelle ragioni della democrazia e nei valori fondamentali...

Continua a leggere

Cade il governo Berlusconi: una svolta ma non definitiva

NOTAZIONI DEL PRESIDENTE NAZIONALE ANPI CARLO SMURAGLIA: CADE IL GOVERNO BERLUSCONI: UNA SVOLTA, MA NON DEFINITIVA In questi giorni si è realizzata una svolta, in qualche modo decisiva, nella politica del nostro Paese. Si è conclusa, quanto meno, una fase della cosiddetta “era Berlusconi” e se n’è aperta un’altra, che dobbiamo osservare con attenzione e speranza. In effetti, c’è da sperare che la fase terribile di immobilismo che il Paese ha attraversato in questi mesi, con risultati che tutti qualificano come disastrosi, sia conclusa per sempre, a prescindere dalle soluzioni...

Continua a leggere