comunicati locali

Scomparsa di AMBROGIO ZOCCHI, Partigiano Combattente

Questa notte, 12 Agosto 2013, è mancato ai suoi cari ed a tutti gli antifascisti e partigiani di ieri e di oggi, il Partigiano AMBROGIO ZOCCHI, classe 1926.

Ambrogio era da tempo ricoverato all’Ospedale di Busto Arsizio, dove è spirato.

Le esequie si terranno domani 13 Agosto alle ore 11.00 presso la Chiesa di Arnate.

L’Anpi parteciperà ai funerali con una propria delegazione.

Si invitano quanti l’abbiano conosciuto e tutti i democratici ed antifascisti a presenziare la cerimonia, nel ricordo di un uomo che con l’azione e la volontà che contraddistingueva i combattenti Partigiani, diede un grande ed importante contributo alla vittoriosa Guerra di Liberazione ed alla Resistenza.

L’Anpi di Gallarate ha sempre avuto tra i suoi iscritti anche AMBROGIO ZOCCHI: in memoria del quale oggi abbruna le proprie bandiere.

Grazie Ambrogio per quello che hai dato senza mai chiedere: sarai sempre nella nostra memoria ed in quella di tutti coloro che credono possibile realizzare i valori per i quali hai combattuto.

p. Anpi Gallarate

M. Mascella

Riceviamo e volentieri pubblichiamo:

Ambrogio Zocchi nasce il 10 novembre del 1926 a Samarate da Giovanni Zocchi, storico antifascista samaratese; tornitore alla Comerio di Busto Arsizio aderisce giovanissimo  alla lotta clandestina distribuendo manifestini contro il nazifascismo e partecipando agli scioperi del marzo ‘43.

Ambrogio Zocchi insieme ad altri samaratesi il 25 luglio ‘43 strappano le insegne del fascio alla Casa Balilla e vanno dal Podestà, il Castelli,  si fanno dare la camicia nera e la bruciano in piazza.

Partecipa con Fagno e altri partigiani alla liberazione di Andrea Macchi di Busto ricoverato alla clinica Bertapelli nel febbraio del ’44.

La chiamata alle armi del bando Mussolini del  marzo ’44 dei giovani delle classi del ‘23, ‘24 e ‘25  vede molti giovani rifiutare tale ordine e partire per le montagne; circa 14 samaratesi  si uniscono alla divisione Valdossola e tra questi c’è Zocchi Ambrogio.

Fu partigiano – nome di battaglia Tom –  nella formazione Valdossola di Dionigi Superti e subì i rastrellamenti del giugno del 44 e successivamente, dopo l’ottobre del ’44,  si unì alla 1° Brigata  Lombarda della Montagna del Fagno.

“Di quegli anni – in una sua intervista che compare nel libro Storie e memoria della guerra e della Liberazione a Samarate – non dimentico i nostri morti in montagna… gli otto morti samaratesi caduti per dare al nostro paese dignità e consapevolezza che la lotta per la libertà e la democrazia era in quel momento necessaria e occorreva sconfiggere il totalitarismo fascista. Non dimentico di quel delicato e pericoloso momento della storia di Samarate, le famiglie samaratesi, le donne, i ragazzi che ci aiutarono, che contribuirono, senza armi, a portare avanti la lotta verso la conquista della libertà e della democrazia.”

E’ morto questa notte, 12 agosto 2013, mancando all’affetto dei suoi cari e agli antifascisti di ieri e di oggi.

Le sue parole, in ricordo dei partigiani morti in montagna, ci aiutano a riportare al presente la responsabilità di custodire l’eredità della Resistenza e di impegnarsi perchè la Costituzione italiana sia una cosa viva che ci invita a costruire una società civile e giusta.

Con Ambrogio Zocchi ricordiamo la Resistenza samaratese.

p. Anpi Samarate

Massimo Ceriani

AMBROGIO ZOCCHI

AMBROGIO ZOCCHI

14-02-2010-10.58.27

AMBROGIO ZOCCHI  durante una delle sue ultime apparizioni pubbliche, in occasione dell'inaugurazione del Pardo dei Partigiani a Samarate, il 14 Febbraio 2010

AMBROGIO ZOCCHI
durante una delle sue ultime apparizioni pubbliche, in occasione dell’inaugurazione del Parco dei Partigiani a Samarate, il 14 Febbraio 2010

AMBROGIO ZOCCHI  durante una delle sue ultime apparizioni pubbliche, in occasione dell'inaugurazione del Pardo dei Partigiani a Samarate, il 14 Febbraio 2010

AMBROGIO ZOCCHI
durante una delle sue ultime apparizioni pubbliche, in occasione dell’inaugurazione del Parco dei Partigiani a Samarate, il 14 Febbraio 2010

AMBROGIO ZOCCHI  durante una delle sue ultime apparizioni pubbliche, in occasione dell'inaugurazione del Pardo dei Partigiani a Samarate, il 14 Febbraio 2010

AMBROGIO ZOCCHI
durante una delle sue ultime apparizioni pubbliche, in occasione dell’inaugurazione del Parco dei Partigiani a Samarate, il 14 Febbraio 2010

 

http://www.flickr.com/photos/anpigallarate/sets/72157629297023254/

 

 

 

Lascia un commento

I campi con * sono obbligatori