comunicati

Festa della Repubblica e della Costituzione – Gallarate 2 Giugno 2013

2 GIUGNO 2013

FESTA DELLA REPUBBLICA E DELLA COSTITUZIONE

 

L’Anpi di Gallarate, nella ricorrenza celebrativa del 2 Giugno, Festa della Repubblica e della Costituzione, sarà presente in piazza Libertà a Gallarate con un suo gazebo/banchetto, aperto alle Associazioni democratiche che vorranno aggregarsi.

In un momento particolarmente delicato della vita nazionale, l’Anpi intende ribadire la sua piena solidarietà a tutti i costruttori di Pace che, al di là delle proprie appartenenze a schieramenti politicamente diversi, si battono per una società più uguale e più giusta, nel rispetto dei dettati costituzionali e del buon senso etico e civile, contro tutti i terrorismi di ieri e di oggi.

Il 2 Giugno 1946 è una data fondante per il nostro Paese, ed alla stessa stregua del 25 Aprile 1945, costituisce la nascita  ed il consolidamento di un assetto democratico lungamente perseguito: la Repubblica Italiana.

E’ una data strettamente connessa a quella che vide poi costruire e realizzare la COSTITUZIONE ITALIANA, oggetto ancora e sempre di speciali attenzioni da parte di coloro che vorrebbero cambiarla, spesso con il malcelato disegno di volgerla a propri fini di parte: la COSTITUZIONE non è immodificabile per assioma, e indica chiaramente entro sé stessa le procedure costituzionali da osservare, così come previste all’Art. 138.

L’Anpi ritiene che ciò possa farsi solo ed esclusivamente attenendosi a queste procedure. Altri metodi sono da considerare scorciatoie non perseguibili, e pertanto da contrastare con ogni mezzo lecito.

Repubblica, che oggi in molti si esercitano ad enumerare: prima, seconda, terza…, secondo un linguaggio giornalistico che spesso assume le forme di una boutade…

Ebbene, l’Anpi ne riconosce solo una ed indivisibile: quella nata dalla Lotta di Liberazione e dalla Resistenza, che non può essere mutuata a seconda delle convenienze contingenti di una o l’altra delle fazioni che si esercitano nel definirne le virtù o i difetti.

Lasciamo ai cugini francesi la peculiarità della numerazione della loro Repubblica, oggi la Quinta, dopo la Prima eretta durante la Rivoluzione Francese: noi ci riconosciamo nella XVII Legislatura, appena iniziata tra mille difficoltà di cui taciamo, tuttora in corso.

Della Rivoluzione Francese assumiamo i caratteri universali che produsse: Libertà, Uguaglianza, Fraternità, ampiamente raccolti dalla Resistenza e fatti propri dai Padri Costituenti che ne riversarono i significati nella Costituzione Italiana del 1948.

In ossequio a tali principi universali, l’Anpi Gallarate dedicherà anche quest’anno la giornata del 2 Giugno all’esigenza ormai non più differibile che lo Stato si faccia carico di riconoscere ai nati in Italia da genitori immigrati la cittadinanza italiana, quale segno distintivo di reale democrazia di un grande Paese parte fondante ed integrante del progetto Europa: progetto pericolosamente sempre più messo in discussione da egoismi nazionali che ne frenano l’ulteriore sviluppo democratico e popolare.

Le insorgenze dei vari neofascismi e neonazismi, non solo nel nostro Paese, ma in altri Stati dell’Europa, seppur ridimensionati nella loro reale consistenza, non sono segnali positivi, specie se accompagnati dal nascere di Partiti dichiaratamente anti europei ed anti euro: anticamere dello sfascio di un’idea faticosamente perseguita ed in parte realizzata.

Anpi Gallarate

 

In forza di tutto quanto sopra, proponiamo all’Amministrazione Comunale di Gallarate quanto sotto riportato:

2 GIUGNO 2013

NEL SEGNO DELLA FESTA DELLA REPUBBLICA E DELLA COSTITUZIONE

CITTADINANZA ONORARIA AI BAMBINI NATI IN ITALIA, FIGLI DI IMMIGRATI

L’ANPI DI GALLARATE, SENSIBILE AL PROBLEMA DEGLI IMMIGRATI E DELLA LORO INTEGRAZIONE NEL PAESE IN CUI VIVONO E PRODUCONO, LANCIA UN APPELLO ALL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI GALLARATE, SUGGERENDO CHE SI FACCIA PROMOTRICE – AL PARI DI TANTE ALTRE AMMINISTRAZIONI COMUNALI CHE GIA’ LO HANNO FATTO E SULLA SCORTA DI UNA CHIARA PRESA DI POSIZIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA GIORGIO NAPOLITANO – DELLA CONCESSIONE AI FIGLI DI IMMIGRATI NATI IN ITALIA DELLA

CITTADINANZA ONORARIA

QUALE GESTO SIMBOLICO E FORIERO DI SPERANZE PER UNA LEGGE CHE FINALMENTE STABILISCA QUESTO DIRITTO, OGGI ANCORA NEGATO, E CHE SI TRADUCA NELLA CONCESSIONE

DELLO “IUS SOLI” (NASCITA SUL SUOLO)

A TUTTI I NATI SUL TERRITORIO ITALIANO, A PRESCINDERE DALLA NAZIONALITA’ DI PROVENIENZA DEI GENITORI.
NON A CASO LANCIAMO QUESTA INIZIATIVA NEL GIORNO DELLA FESTA DELLA REPUBBLICA E DELLA COSTITUZIONE, CHE AL SUO ART. 3 COSI’ STABILISCE:

Art. 3

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese.

LE FORME, LE MODALITA’ ED I TEMPI SONO LASCIATI ALLA DISPONIBILITA’ DELL’AMMINISTRAZIONE, SE VORRA’ FARE SUA QUESTA MERITORIA INIZIATIVA.
SI RAMMENTA CHE LA PROPOSTA IN OGGETTO E’ STATA PRECEDUTA DA QUELLA RECENTE DEI LICEI DI GALLARATE – CENTRO E DA IST. FALCONE, SOSTENUTA DAL COMUNE E DA MOLTE ASSOCIAZIONI, ORGANIZZATA NEL 2012 SUL TEMA “CITTADINANZA E COSTITUZIONE” AL FINE DI FAVORIRE LA FORMAZIONE CIVICA DEGLI IMMIGRATI STRANIERI.

P. IL DIRETTIVO DI ANPI GALLARATE
M. MASCELLA
GALLARATE, 2 GIUGNO 2013

L’Anpi Gallarate ha organizzato anche quest’anno una sua presenza in città con l’allestimento di un banchetto in piazza Libertà. Alcune foto sono visibili sulla pagina dedicata di facebook:  

https://www.facebook.com/media/set/?set=oa.10151634838539304&type=1

 

Lascia un commento

I campi con * sono obbligatori