recensioni

Lezioni sul fascismo – Palmiro Togliatti

Palmiro Togliatti è stato uno dei più acuti interpreti del fascismo. I suoi scritti principali sul tema, ‘A proposito del fascismo’ del 1928 e ‘Lezioni sul fascismo’ del 1935, rappresentano secondo Renzo De Felice, rispettivamente, “l’analisi più compiuta e più matura del fascismo italiano elaborata fra le due guerre mondiali da un autorevole esponente comunista” e “un modello metodologico che può benissimo essere applicato anche ad una ricerca di tipo storiografico e non solo ad una analisi politico-pratica”.

L’edizione che qui riproponiamo, per i tipi degli Editori Riuniti, è del 1974, a cura di Ernesto Ragionieri, che ne delinea i contenuti con una ricca e dettagliata presentazione:

“(…) Le lezioni sul fascismo di Palmiro Togliatti che qui pubblichiamo (…) rispecchiano un momento determinato della elaborazione e della politica dell’Internazionale comunista: tenute come furono tra il gennaio e l’aprile 1935, costituiscono un documento importante della preparazione del VII Congresso dell’Internazionale comunista, un segno concreto di quel rinnovamento non solo di orientamento politico, ma anche di analisi e di studio che in quel frangente decisivo della storia d’Europa e del mondo si impose nel movimento comunista (…).

Ernesto Ragionieri

Oggi, in uno scenario completamente diverso, ma con inquietanti similitudini per l’insorgenza di “nuovi fascismi”, spesso abilmente camuffati sotto accattivanti spoglie, le Lezioni sul fascismo di Palmiro Togliatti rappresentano un percorso propedeutico per chi volesse addentrarsi in uno studio analitico del fenomeno che ne volesse approfondire gli aspetti meno evidenti e perciò più subdoli.

Il volume è rintracciabile tramite opportuna ricerca su internet.

MM

18 Giugno 2012

Lascia un commento

I campi con * sono obbligatori