recensioni

Le Repubbliche Partigiane

Titolo     Le Repubbliche Partigiane – Nascita di una democrazia

Autore   Nunzia Augeri

Prezzo

Dati        Dicembre 2010, pagg. 154

Editore  Editoriale SPAZIOTRE

Le repubbliche Partigiane furono più di venti. Alcune furono effimere e durarono solo pochi giorni. Altre riuscirono a darsi una’organizzazione amministrativa più o meno strutturata, che si articolò secondo tre modelli fondamentali. Il primo vede la diretta assunzione di compiti politici e amministrativi da parte dei comandi partigiani: è il caso di Champorcher, di alcune valli dell’Appennino, della Valsesia. Il secondo si basa sull’opera dei commissari politici delle formazioni partigiane, che scelgono direttamente i componenti del CLN locale e delle giunte amministrative, come avviene a Montefiorino. Infine le forme più avanzate prevedono la costituzione di giunte formate da civili che rappresentano i diversi partiti politici impegnati nella Resistenza, e da rappresentanti dei gruppi sociali localmente più importanti, sulle quali la popolazione è chiamata a pronunciarsi, sia pure nella forma elementare, da “comune rustico” – come nota il Battaglia – delle assemblee dei capifamiglia.

Dal risguardo di copertina

Lascia un commento

I campi con * sono obbligatori