comunicati provinciali

No alla soppressione delle Feste laiche

Il Comitato provinciale di Varese della Associazione Nazionale Partigiani d’Italia fa proprio il severo pronunciamento dell’ANPI Nazionale fermamente contrario alla soppressione delle uniche tre festività laiche esistenti in Italia (25 aprile, 1 maggio, 2 giugno) così come previsto  dal Governo nel recente decreto  di natura economica.

Al di là della dubbia efficacia economica di una tale misura a noi preme sottolineare come la soppressione di queste festività, che ci richiamano alla recente storia dell’Italia democratica, è tanto più disdicevole nel mentre si festeggia il 150° anniversario della nostra unità, una soppressione che  lascerebbe l’Italia, unico paese al mondo, senza un richiamo esplicito alla sua storia.

E’ mai ipotizzabile che la Francia faccia a meno del 14 luglio, che la Germania rinunci al 3 ottobre, festività che ricorda la sua unificazione?

L’ANPI varesina fa appello alle forze politiche locali, agli eletti  della provincia, affinché in sede di approvazione parlamentare di tali decreti del Governo, si provveda ad eliminare questa prevista soppressione.

Tale problema sarà oggetto di dibattito nel corso della prossima festa provinciale della Resistenza dal 2 al 4 settembre ai giardinetti di Verghera di Samarate.

Varese 16 agosto 2011